Close

13/04/2016

WordPress: 10 motivi per sceglierlo

Un amico ti ha detto che WordPress è la scelta perfetta per fare il tuo sito internet ma non ne sei ancora convinto? Oppure ti ha detto che è terribile basandosi su qualche leggenda metropolitana letta su Facebook? Oggi ti spiegherò 10 motivi per cui è la scelta ideale nell’80% dei casi (il restante 20% lo spiegherò in un altro articolo ;-)).

1. Comprensibile per i motori di ricerca

La struttura degli indirizzi basata su categorie e tag aiuta i motori di ricerca a capire di quale argomento si sta parlando in un determinato articolo. Ovviamente anche il tema scelto deve essere realizzato seguendo le linee guida di WordPress. Se si utilizzano i temi di default (Twenty Fourteen, Twenty Fifteen e Twenty Sixteen) non ci saranno ovviamente problemi, mentre gli altri temi presenti nel repository potrebbero non essere perfetti o limitare alcune funzionalità Premium.

Negli ultimi anni ho sempre acquistato i miei temi da ThemeForest, il marketplace più diffuso per quanto riguarda estensioni di WordPress e altri CMS. Le regole di ThemeForest sono diventate sempre più ferree e il team mette anima e corpo per garantire all’utente finale i migliori prodotti possibili. Consiglio comunque quello di acquistare prodotti con già un numero elevato di vendite e con voti alti. Se il prodotto presentava dei problemi, sicuramente sono già stati segnalati da qualcuno prima di voi :-).

Non basta ovviamente installare WordPress per essere primi nei motori di ricerca. Oltre agli aspetti tecnici, la cosa più importante sono i contenuti.

2. Infinite personalizzazioni

Quando si parla di plugin, WordPress rimane il re incontrastato. Oltre al repository ufficiale e al già citato ThemeForest, esistono marketplace alternativi come CodeCanyon (sempre del gruppo Envato) o WooThemes. Quest’ultimo è molto costoso ma i prodotti sono tutti di qualità eccellente e il supporto è ottimo.

3. Gestione intelligente dei permessi e degli utenti

La gerarchia degli utenti di WordPress è semplice ma funzionale. Se un plugin ha bisogno di creare nuovi gruppi di utenti, può farlo senza troppa fatica. L’esempio più classico è WooCommerce che aggiunge il gruppo utenti Shop Manager e Customer (Acquirente). Se tutto è configurato correttamente, nessun malintenzionato farà nulla più del dovuto. Inoltre, dalla versione 4.2, è stato introdotto un sistema di controllo della complessità della password. Niente più 1234!

4. Community immensa e disponibile

Quando un CMS ha tanti utenti, è facile trovare aiuto. Oltre al forum ufficiale e infiniti gruppi su Facebook, è facile trovare la soluzione a un problema semplicemente cercandolo su Google.

Sulla piattaforma MeetUp vengono inoltre organizzati incontri mensili nelle principali città italiane.

5. Editor di testo familiare e funzionale

Basta aver utilizzato almeno una volta un qualunque editor di testo per trovarsi subito a proprio agio con quello di WordPress. Oltre ai classici bottoni e i tasti di scelta rapida, è possibile utilizzare abbreviazioni per inserire rapidamente la formattazione dei paragrafi e delle liste.

* Inizia una lista non ordinata
 - Inizia una lista non ordinata
 1. Inizia una lista ordinata
 1) Inizia una lista ordinata
 ## Titolo 2
 ### Titolo 3
 #### Titolo 4
 ##### Titolo 5
 ###### Titolo 6
 > Blocco citazione
 --- Linea orizzontale
 `..` Blocco codice

 

Per una lista completa dei tasti di scelta rapida, clicca qui.

6. Può essere utilizzato su Smartphone e Tablet

La compatibilità con smartphone e tablet dipende principalmente dal tema, ma la cosa interessante di WordPress è la possibilità di poter utilizzare il pannello di controllo anche dai dispositivi mobili.

7. Localizzazione in italiano

WordPress è perfettamente localizzato in italiano e molti dei plugin e temi sono già tradotti in molteplici lingue. Quando si incontra qualcosa che non è già localizzato è possibile tradurre con qualunque utility che supporta i file .po / .mo. Se non si vuole uscire da WordPress consiglio il fantastico Loco Translate.

8. Open Source

Cosa significa che WordPress è Open Source? Open Source significa che puoi andare a vedere cosa c’è sotto il cofano senza difficoltà e senza rischi legali. Ogni parte di WordPress è documentata e portata avanti da una community veramente appassionata al progetto. Ovviamente non è solo questo ad aver decretato il successo di WordPress, ma è bello sapere che migliaia di persone hanno contribuito, insieme allo staff ufficiale, alla realizzazione di un progetto così ampio.

9. WordPress è veloce

Alcuni qui storceranno il naso. Fino a due anni fa, non avrei mai scritto una frase del genere. Prima della versione 4 infatti, WordPress era un’esperienza davvero frustrante. Ma non era solo colpa di WordPress. Per troppo tempo molti hosting (sia italiani che stranieri) hanno continuato a pubblicizzare i propri servizi da 20€ al mese come piattaforme ideali per il blogging. Nulla di più falso. Qualunque CMS moderno soffre infatti di forti rallentamenti se installato su un server che nasce in realtà per ospitare siti statici da poche visite.

Nel 2014 ho cominciato a spostare tutti i miei domini e hosting su ServerPlan. Non è un nome molto famoso e lo trovai cercando alternative ad Aruba e al terribile GoDaddy. Poiché dovevo fare solo degli esperimenti, presi un hosting e dopo aver fatto la prima installazione di WordPress presi la decisione di spostare tutti i siti che gestivo all’epoca. Questa scelta mi ha permesso di risparmiare centinaia di ore nei vari passaggi di pagina all’interno del pannello di controllo e rivalutare completamente WordPress come piattaforma di sviluppo.

10. WordPress ti aiuta a trovare lavoro

Non solo nelle agenzie di comunicazione è diventato un obbligo a cui non si può rinunciare, ma centinaia di lavori legati al mondo del web richiedono di conoscere almeno le basi di WordPress. Content Editor, E-Commerce, Blogger e Giornalisti sono le figure che usano WordPress quotidianamente. Secondo W3 Techs quasi il 60% dei siti internet oggigiorno si appoggia su WordPress. Una skill fondamentale da mettere subito a curriculum!

Hai domande o vuoi dire la tua? Lascia un commento!